Associazione Silvia Procopio
ACC Meeting
American Heart Association

Dallo studio randomizzato NORSTENT è emerso che gli stent medicati di seconda generazione e gli stent di metallo nudo presentavano tassi simili di mortalità e infarto miocardico. Tuttavia, i pazien ...


Dal registro CLARIFY è emerso che nei pazienti con malattia coronarica stabile, la pressione arteriosa sistolica inferiore a 120 mmHg o diastolica inferiore a 70 mmHg è risultata associata a rischio e ...


Nello studio CREST ( Carotid Revascularization Endarterectomy versus Stenting Trial ), non è stata trovata alcuna differenza significativa tra il gruppo di stenting e il gruppo di endoarteriectomia ri ...


Secondo l’American Heart Association ( AHA ) diversi farmaci comunemente utilizzati e integratori alimentari possono causare o peggiorare lo scompenso cardiaco. Le persone affette da scompenso card ...


Il trattamento con Tofacitinib ( Xeljanz ) per la psoriasi a placche non appare aumentare l'incidenza di eventi avversi cardiovascolari maggiori. E’ stato misurato l'effetto di Tofacitinib sui fatt ...


Uno studio ha mostrato che i marcatori di infiammazione correlati alla attività di malattia nei pazienti con artrite reumatoide sono associati a rischio di infarto del miocardio. E’ stata condotta ...


I dati dello studio CLEAN-TAVI hanno dimostrato che i pazienti sottoposti a posizionamento della valvola aortica per via transcatetere con un dispositivo di protezione cerebrale hanno presentato una ...


Nonostante il crescente uso, i beta-bloccanti non appaiono migliorare i tassi di mortalità o di riduzione degli eventi cardiovascolari nei pazienti di età uguale o superiore ai 65 anni con angina stab ...


Tra i pazienti recentemente ospedalizzati con insufficienza cardiaca e ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ), l'uso del farmaco Liraglutide ( Victoza ) non ha prodotto una maggio ...


I risultati dello studio OMEGA-REMODEL ( Omega-3 Acid Ethyl Esters on Left Ventricular Remodeling After Acute Myocardial Infarction ) tra i pazienti con infarto miocardico acuto, hanno mostrato che gl ...


La Liraglutide ( Victoza ) è associata a una diminuzione del rischio di eventi cardiovascolari, rispetto al placebo, nei pazienti con diabete mellito di tipo 2, in base ai risultati di LEADER ( Liragl ...


Ben il 45% degli infarti del miocardio possono essere silenti. Nuovi dati dallo studio ARIC hanno mostrato che l’infarto miocardico silente è associato a un rischio elevato di mortalità. Gli infart ...


In una analisi secondaria dello studio TUXEDO, i pazienti con diabete mellito trattati con Insulina hanno presentato un aumento significativo del rischio di eventi avversi cardiovascolari dopo interve ...


Uno studio ha mostrato che 1 paziente su 4 sviluppa scompenso cardiaco entro 4 anni da un primo infarto miocardico; il rischio aumenta con l’aumentare dell'età e in presenza di uno stato di deprivazio ...


Il beneficio di sopravvivenza di una strategia di bypass coronarico ( CABG ) aggiunto alla terapia medica guidata dalle lineeguida, in confronto con la sola terapia medica, nei pazienti con malattia c ...