52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Denervazione renale nei pazienti lievemente ipertesi: lo studio SYMPLICITY-FLEX non ha raggiunto l’endpoint primario a 6 mesi


Uno studio di piccole dimensioni in pazienti con pressione sanguigna leggermente elevata ha mostrato che la denervazione renale non ha abbassato in modo statisticamente significativo la pressione arteriosa sistolica, rispetto ai pazienti di controllo sottoposti a una procedura simulata.

Dallo studio SYMPLICITY-FLEX è emerso che i pazienti assegnati casualmente a intervento di denervazione renale hanno presentato, a 6 mesi, una riduzione di 7 mmHg nella pressione arteriosa ( monitoraggio ambulatoriale di 24 ore ), mentre nei pazienti del braccio di controllo ( simulazione ) è stata osservata una riduzione di 3.5 mmHg. Questa differenza non è statisticamente significativa.

Quando è stata eseguita una analisi per-protocollo, escludendo due pazienti con procedura di ablazione incompleta, è stata riscontrata una maggiore riduzione della pressione sistolica, statisticamente significativa, di 4.8 mHg nei pazienti sottoposti a denervazione renale, rispetto a quelli del braccio simulazione.

Lo studio SYMPLICITY-FLEX differisce dal SYMPLICITY-HTN-3 per il fatto che i pazienti arruolati presentavano solo un lieve aumento della pressione arteriosa sistolica. Nello studio FLEX i pazienti avevano una pressione arteriosa sistolica al basale di circa 144 mmHg, mentre nello studio HTN-3 il valore pressorio era di 163 mmHg.
dei.
I pazienti avevano tutti ipertensione resistente, e il 40% era stato trattato con cinque o più farmaci antipertensivi.

Hanno preso parte allo studio SYMPLICITY-FLEX 35 pazienti assegnati al braccio denervazione renale e 36 al braccio simulazione.
Non è stata osservata alcuna differenza nel cambiamento medio nel corso delle 24 ore della pressione arteriosa sistolica dal basale a 6 mesi tra i due gruppi. ( Xagena2014 )

Fonte: Transcatheter Cardiovascular Therapeutics ( TCT ), 2014

Cardio2014 Nefro2014 Chiru2014



Indietro