52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
XagenaNewsletter

Gli inibitori della pompa protonica possono offrire gastroprotezione nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiaggregante


Una analisi post-hoc dei dati dello studio COGENT ha mostrato che gli inibitori della pompa protonica possono ridurre gli eventi gastrointestinali nei pazienti che necessitano di doppia terapia antiaggregante ( DAPT ), anche se sono in trattamento con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) a basso dosaggio.

E’stata valutata la sicurezza e l'efficacia degli inibitori della pompa protonica in 3.752 pazienti dello studio COGENT iniziale, che erano stati randomizzati a un basso dosaggio ( 100 mg ) di Aspirina o a un alto dosaggio ( maggiore di 100 mg ).

I pazienti nel gruppo a basso dosaggio di Aspirina ( n=2.480 ) erano prevalentemente donne e soggetti più anziani. Avevano anche una maggiore probabilità di soffrire di arteriopatia periferica, di un precedente ictus e di ipertensione.

I pazienti nel gruppo Aspirina ad alto dosaggio ( n=1.272 ) avevano una maggiore probabilità di essere fumatori e di essere stati sottoposti a un precedente intervento coronarico percutaneo ( PCI ).

L'endpoint primario gastrointestinale era un composito di eventi del tratto gastrointestinale superiore.
L'endpoint primario cardiovascolare era rappresentato da un composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico non-fatale, rivascolarizzazione coronarica e ictus ischemico.

I pazienti sono stati seguiti per circa 110 giorni.

Entrambi i gruppi di utilizzatori di Aspirina avevano tassi simili di eventi compositi gastrointestinali ( ad alto dosaggio, 1.7%; a basso dosaggio, 2.1%; hazard ratio aggiustato, aHR=0.88; IC 95%, 0.46-1.66 ) e di eventi avversi cardiaci maggiori ( ad alto dosaggio, 4.8%; a basso dosaggio, 5.5%; aHR= 0.73; IC 95%, 0.48-1.11 ).

Gli inibitori della pompa protonica hanno ridotto l'endpoint primario gastrointestinale sia nel gruppo trattato con Aspirina a basso dosaggio ( 1.2% vs 3.1%; p=0.003 ) sia nel gruppo trattato con Aspirina ad alto dosaggio ( 0.9% vs 2.6%; P=0.05; P per interazione = 0.8 ).
Il numero necessario da trattare ( NNT ) per prevenire un importante evento composito gastrointestinale maggiore con 6 mesi di terapia a base di inibitori della pompa protonica era di 52 nel gruppo Aspirina a basso dosaggio e 58 nel gruppo trattato con Aspirina ad alto dosaggio.

Non sono stati osservati aumenti del tasso di eventi cardiaci avversi maggiori.

Secondo gli Autori gli inibitori della pompa protonica sembrano essere sottoutilizzati per la prevenzione di eventi gastrointestinali, forse perché sono sottovalutati i rischi gastrointestinali della Aspirina a basso dosaggio. ( Xagena2016 )

Fonte: Journal of the American College of Cardiology, 2016

Cardio2016 Gastro2016 Farma2016


Indietro