Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Rischio di morte cardiaca improvvisa associato alla malattia polmonare cronica ostruttiva


Le persone che soffrono di BPCO ( broncopneumopatia cronica ostruttiva ) sono ad aumentato rischio di morte cardiaca improvvisa, secondo una nuova ricerca pubblicata sull’European Heart Journal.

Quando confrontati con persone della stessa età e sesso senza la malattia, i pazienti con BPCO presentano un aumento del rischio di morte cardiaca improvvisa del 34%, ma il rischio raddoppia, quasi, dopo più di cinque anni dalla prima diagnosi di broncopneumopatia cronica ostruttiva.
Nei pazienti affetti da BPCO che presentano frequenti esacerbazioni dei sintomi, il rischio di morte cardiaca improvvisa aumenta più di tre volte dopo cinque anni.

Lo studio Rotterdam è il primo a dimostrare che la BPCO è associata a un aumentato rischio di morte cardiaca improvvisa nella popolazione generale e che questo resta valido anche se è noto che la BPCO aumenti il rischio di morte per qualsiasi causa. < br>
Lo studio in corso, iniziato nel 1990, in Olanda, ha seguito 14.926 persone che vivono in comunità di età uguale o superiore ai 45 anni, per un massimo di 24 anni.
I partecipanti erano sottoposti a esami medici regolari ed erano continuamente monitorati, in modo che i decessi e le condizioni mediche fossero registrate.

Secondo i ricercatori, i risultati dello studio dovrebbero aiutare i medici a valutare, in modo più accurato, il rischio di morte cardiaca improvvisa nei propri pazienti, così come le indicazioni che suggeriscono ulteriori ricerche sul modo in cui rendere l'azione preventiva più efficace.
Trattamenti preventivi potrebbero includere l’uso di beta-bloccanti, defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ), o la sospensione dei farmaci che prolungano l'intervallo QT, come l'Adrenalina, vari rimedi per le malattie da raffreddamento, alcuni antibiotici e antidepressivi.

La BPCO è stata associata a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari e di morte cardiaca improvvisa in specifiche popolazioni di pazienti ad alto rischio.

Questo studio ha dimostrato che la BPCO è un indicatore di rischio per la morte cardiaca improvvisa nella popolazione generale e che il rischio aumenta con la gravità della broncopneumopatia cronica ostruttiva. ( Xagena2015 )

Fonte: European Society of Cardiology 2015

Pneumo2015 Cardio2015



Indietro