Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Ticagrelor nelle sindromi coronariche acute: vantaggi anche per i pazienti di età superiore a 75 anni


Il beneficio clinico e la sicurezza di Ticagrelor ( Brilinta; in Italia: Brilique ), rispetto a Clopidogrel ( Plavix ) nei pazienti con sindrome coronarica acuta ( ACS ) nella coorte PLATO non sono risultati in funzione dell'età.

I pazienti anziani con sindrome coronarica acuta sono ad alto rischio di eventi ischemici recidivanti e di mortalità, nonostante la terapia antitrombotica e la rivascolarizzazione.
L'aumento del rischio di sanguinamento nei pazienti anziani, rispetto ai pazienti più giovani, con alcune terapie antiaggreganti e anticoagulanti riduce il beneficio clinico netto di queste terapie.

Il quadro clinico della sindrome coronarica acuta negli anziani è spesso ulteriormente complicato da condizioni di comorbidità, tra cui fibrillazione atriale, diabete mellito, insufficienza renale, insufficienza cardiaca e malattia cerebrovascolare.

L’analisi pre-specificata ha studiato l'effetto e le complicanze correlate al trattamento di Ticagrelor, rispetto a Clopidogrel, nei pazienti anziani ( 75 anni di età o superiore ) con sindrome coronarica acuta versus quelli di età inferiore a 75 anni.

I ricercatori hanno valutato l'associazione tra l’età e l'esito primario composito, tra cui il sanguinamento maggiore nello studio PLATO, utilizzando i rischi proporzionali di Cox.

Il beneficio clinico di Ticagrelor, rispetto a Clopidogrel, non è risultato significativamente differente tra i pazienti di 75 anni di età o più anziani ( n=2.878 ) e quelli di età inferiore a 75 anni ( n=15.744 ), riguardo al composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico o ictus, infarto miocardico, morte cardiovascolare, trombosi dello stent, o mortalità per qualsiasi causa.

Non è stato osservato alcun aumento di sanguinamento maggiore complessivo definito dai criteri dello studio PLATO con Ticagrelor rispetto a Clopidogrel nei pazienti di 75 anni di età o superiore, o nei pazienti di età inferiore ai 75 anni.

La dispnea e le pause ventricolari erano più comuni durante trattamento con Ticagrelor, rispetto a Clopidogrel.

Un limite dell'analisi è rappresentato dalle relativamente piccole dimensioni del sottogruppo di pazienti con età di almeno 75 anni ( 2.878 pazienti ). ( Xagena2012 )

Fonte: Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes, 2012


Cardio2012 Farma2012


Indietro